Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 24-10-2017 - 13:10:12
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Presentazione della rubrica a cura del redattore. Nimue
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
964 Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida Intervista Luca Magrini Cupido 02/2014 Apre eventuale link con Articolo 964 già pubblicato
Testo Articolo
Nuova pagina 1


Giuseppe Guida è un fumettista di Foggia dallo stile eclettico, classe '74. Ha sottratto del tempo prezioso al lavoro che è la sua passione per concederci questa intervista.

Come è nata la sua passione per i fumetti ?
La passione nasce un po’ di anni fa, grazie ad un amico che mi ha fatto apprezzare questo mondo attraverso i suoi lavori e mi ha proposto alcune letture di autori tra questi Andrea Pazienza... era il 1996.

Qual è stato il suo percorso per diventare fumettista ?
Il percorso non è stato affatto facile perché prima era necessario costruire una base didattica, anche se dalle mie parti non vi erano possibilità di interagire con la materia. Cominciai l’avventura scolastica dapprima diplomandomi al Liceo artistico e successivamente laureandomi all’Accademia di belle arti come scenografo ciò mi ha permesso di avvicinarmi ad alcuni autori professionisti di Fumetti e cominciare una sorta di Gavetta da Bottega. Tra questi ricordo il mio Maestro Mario Milano (autore della Sergio Bonelli) storica Casa Editrice Italiana.

In quale momento della giornata è più creativo ?
In questo lavoro devi essere sempre creativo non ci sono dei momenti, o dei frammenti di giornata che è basata sull’organizzazione del lavoro, perché puoi avere più progetti da realizzare e dovresti saperli gestire, ma la creatività deve essere operativa sempre e ad ogni ora, anche di notte.

Lei lavora con la matita, o utilizza anche il computer ?
Utilizzo prettamente le matite e i supporti cartacei, diciamo che adoro la vecchia scuola di un tempo, matite, acquerelli, o chine, ecoline e pantoni. Poi, bisogna adeguarsi anche ai vari progetti che ti propongono.

Quale suo fumetto presenterà ai Romics, ce ne può parlare ?
Collaboro con la Casa Editrice PRANKSTER COMICS che nasce da pochi anni ma ha all’attivo diverse pubblicazioni, tra queste la serie chiamata SHADOWPLAY Creata da Renato U.Ruffino (Testi) e Pierpaolo Pasquini (Disegni), dove in questo speciale ROMICS 2015 ho disegnato insieme ad altri autori come Alessio Noverino e Giorgio Spalletta un episodio.

Ci può parlare del fumetto Arno Kowalsky 4.8, da cosa ha tratto ispirazione?
Arno Kowalsky 4,8 è un fumetto nato dalla penna di A.Di Virgilio Sceneggiatore, che vanta diverse collaborazioni come Tunuè,Skorpio ecc. Il progetto edito da Primiceri Editori, che esce durante il Lucca Comics and Games nel 2011, vince il premio al Fullcomics 2012 di Milano, come miglior fumetto seriale. Un bel progetto, che a breve riprenderà un restyling e ritornerà con la continua del primo numero.



Chi è il protagonista Arno ?
Un ex poliziotto, un personaggio insolito per via del suo consumo di droghe sintetiche, vuoi per un passato burrascoso ma anche dovuto da tutto ciò che lo circonda.

Quali sono i rapporti tra Arno, tossicodipendente e Paz , di Andrea Pazienza?
Mah, diciamo che Arno è un personaggio moderno e tutta la modernità riflette un attimo nelle tendenze dei nostri giorni, forse se vogliamo potremmo dire che oggi sono mode consumare alcolici o droghe, questo va sconsigliato categoricamente naturalmente ai giovani e non solo, mentre in quegli anni si viveva per quel tipo di dipendenza e venivano penalizzati soprattutto quei giovani deboli, tra questi Andrea Pazienza con la sua forza creativa inarrivabile, ma anche dolce e tenera, con un lato oscuro, fragile e solo.

Secondo lei a che cosa è dovuto il successo dei fumetti ?
Il Fumetto è una forma di espressione immediata, facile da comprendere ed entusiasmante per tutte le fasce d’età.

Quali sono i suoi fumetti preferiti ?
A me piacciono in particolar modo i fumetti Francesi, ma in particolare alcuni autori, che rivedono quello stile come: MOEBIUS, BILAL, J.GIMENEZ, DRUILLET, M.FREZZATO e tanti altri.



Lei chi annovererebbe tra i maggiori fumettisti italiani e stranieri ?
Tra gli italiani perché, ripeto, mi piacciono le loro impostazioni grafiche: M.FREZZATO, BILAL, MOEBIUS, GIMENEZ.

Che cosa fa nel tempo libero ?
Disegno!!!

A chi volesse intraprendere la via dei Comics, cosa consiglierebbe ?
Passione….Pazienza, tanta fiducia, tantissima autostima, voglia di mettersi in gioco, di viaggiare e confrontarsi sempre.





Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7