Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 22-07-2017 - 16:50:18
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Rubrica che illustra, attraverso piccole pillole, alcuni dei più illustri letterati italiani, biografie e correnti letterali di pensiero. Antonio Timoni
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
900 CREPUSCOLARISMO - MARINO MORETTI Pillole di letteratura Antonio Timoni 01/2014 Apre eventuale link con Articolo 900 già pubblicato
Testo Articolo

 

 

Nato a Cesenatico nel 1885 da una madre maestra e un padre impresario di pesca, dopo gli studi ginnasiali Moretti fu per qualche tempo a Firenze, allora il centro più importante della cultura italiana, dove frequentò la Regia Scuola di recitazione di Luigi Rasi ed ebbe come compagno di corso Aldo Palazzeschi.
A Firenze fiorì la sua stagione di poeta crepuscolare: dopo l'esordio con Fraternità (1905), vennero le raccolte Sentimento (1907), Poesie scritte col lapis (1910), Poesie di tutti i giorni (1911) e Il giardino dei frutti (1916). A Roma incontrò Sergio Corazzini e Corrado Govoni, e iniziò una corrispondenza epistolare con Guido Gozzano, oltre a collaborare all'importante rivista letteraria La Riviera Ligure. Nel 1917 pubblicò il romanzo Il sole del sabato (già apparso nel 1913 nell'appendice letteraria del Giornale d'Italia), con successo di pubblico e di critica.
Partecipò alla Prima guerra mondiale nei servizi della Croce Rossa. Nel 1922 cominciò la sua collaborazione trentennale con la pagina letteraria del Corriere della Sera. Nel 1925 firmò il manifesto antifascista di Benedetto Croce e per questo si vide rifiutare da Mussolini, nel 1932, il Premio dell'Accademia d'Italia. Dopo una lunga carriera letteraria si spense a Cesenatico nel 1979.Moretti svolse la sua attività letteraria quasi sempre a Cesenatico, con qualche viaggio nei paesi europei. Scrisse numerose raccolte di racconti e romanzi, che ritraggono semplici protagonisti e vicende provinciali, con attenzione al dettaglio d'ambiente e un tono di sorridente malinconia. Fra i titoli più noti: La voce di Dio (1920); I puri di cuore (1923); Il segno della Croce (1925); Andreana (1935); La vedova Fioravanti (1941); quest'ultimo è l'opera migliore); I coniugi Allori (1946); La camera degli sposi (1958).


Negli ultimi anni della sua vita tornò alla poesia, con l'ultima estate (1969), Tre anni e un giorno (1971) e Diario a due voci (1973).
Della sua copiosa produzione ricordiamo inoltre, tra le raccolte di liriche: “La serenata delle zanzare”, “Poesie scritte col lapis”, “Poesie di tutti i giorni”, “Il giardino dei frutti”; tra i volumi di novelle: “I lestofanti”, “Una settimana in paradiso”, “Sorprese del buon Dio”, “Cento novelle”; tra i romanzi: “Il sole del sabato”, “Mia madre”, “Il romanzo della mamma”, “Il trono dei poveri”, “Il tempo felice”, “Il pudore”, “”Il tempo migliore”, “Uominisoli”, Alla sua opera narrativa sono stati conferiti numerosi ed importanti premi letterari: Premio A.S. Novaro nel 1944, Ines Fila nel 1948, Accademia dei Lincei nel 1952, Viareggio nel 1959.
Poeta crepuscolare, romanziere e novelliere, Moretti si volge ad interpretare con affettuosa tenerezza il mondo degli umili, a descrivere ambienti modesti e provinciali. Il crepuscolarismo di Moretti non ruota intorno alla crisi intellettuale borghese, né tantomeno a quella esistenziale.

 

 

Rispecchia invece una precisa posizione che, contro il Decadentismo, vuole rivalutare la grazia genuina delle cose mediocri, della vita normale di uomini normali, fatta di semplicità e abitudine, ma anche di familiarità e sentimenti comuni. Una poesia “scritta col lapis”, intima e senza parole difficili, alla portata di tutti.


 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 900-Fantastica Vincenzo Broccolo musica per pianoforte e orchestra.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7