Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 01-05-2017 - 02:23:07
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Editoriale - a cura della Redazione Nimue e Melusina
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
88 Iguana Caffe' - Pino Daniele Editoriale Nimue 02/2006 Apre eventuale link con Articolo 88 già pubblicato
Testo Articolo

Dopo oltre un anno di silenzio Pino Daniele è di nuovo sulla scena musicale italiana incidendo l’album dal titolo Iguana Cafè. L’artista, con questo nuovo lavoro ci propone delle sonorità latine, con alcuni tuffi nel passato della canzone napoletana con brani come It’s now or never ( versione inglese di O’ sole mio di Elvis Presley ) e Serenata a Fronn’ e limone, in cui torna a cantare in napoletano, dopo diverso tempo. Una delle canzoni che maggiormente colpisce è sicuramente Melody, in cui il caro vecchio Pino sfoggia ancora una volta le sue grandi doti di chitarrista, con un bellissimo assolo di chitarra, che ricorda le sonorità degli anni ’80.

Iguana Cafè dura solamente 35 minuti; il titolo la dice lunga sulla voglia di divertire (e divertirsi) che in questo momento ha Daniele; una voglia che si esprime in queste canzoni, negli arrangiamenti e nella scelta delle parole. Il musicista effettua una felice sintesi tra la sua eterna anima blues; il più raffinato percorso di ricerca acustico-corale (che rimane per esempio in Pensando amor) delle ultime stagioni e la voglia di latinità caraibica che é la vera essenza (chiara fin dal titolo) dell’album. Rilassato ed elegante, questo album conferma tre cose: la qualità eccelsa del Daniele strumentale, la capacità dello stesso di lasciarsi andare al suono e infine una maturità raggiunta attraverso l’esibizione della semplicità, tanto che ogni canzone ha un finale quasi tronco; quasi a voler ribadire che é inutile cercare finali ad effetto, perchè quello che si voleva dire é stato detto.

Verso metà album si avverte un certo mutamento di registro; un cambio di marcia: se inizialmente i ritmi latini-americani tendono a ravvivare le atmosfere, in seguito le note assumono toni curiosamente più gravi. Di ciò si ha conferma nel brano Occhi che sanno parlare; una lenta melodia, che con note "mediterranee" confessa il proprio amore, descrivendo l’espressione degli occhi. Iguana Cafè è quindi un album tematico, ma è anche il luogo dove si suona ancora come si faceva una volta, col sudore dell’anima e con il cuore che canta poesia popolare. Pino Daniele può concedersi il lusso di essere il più importante musicista pop napoletano moderno e al tempo stesso di rileggere con totale libertà artistica tutto il resto della musica che gli sta a cuore. Prodotto dallo stesso Daniele, è un lavoro che può piacere al primo impatto, ma è anche e soprattutto un disco che va gustato dopo ripetuti ascolti. L’obiettivo di partenza probabilmente non è quella voglia di sperimentazione che ha accompagnato Pino in tante fasi del suo percorso artistico; piuttosto quella di realizzare un prodotto sincero, di altissima qualità, che sia in contrasto con molta della musica in circolazione.

Il suono e la musica di Iguana Café confermano in pieno il disagio rispetto ai tempi che corrono, in pezzi come Patricia; di Perez Prado, come si faceva negli anni Sessanta, rivisitato egregiamente dal cantautore napoletano. Un cd apparentemente "facile", che invece finisce per affascinare. Pino torna ad esibirsi dal vivo il 27 Marzo 2006 al Gran Teatro di Roma. Ps: Attenzione il concerto di PD è stato rimandato al 15 maggio 2006 x motivi di salute dell’artista

A cura di: Nimue
Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7