Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 23-08-2017 - 06:11:07
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Rubrica curata da Antonio Timoni che si occupa di far conoscere piccole curiosità dal mondo o dalla scienza Antonio Timoni
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
761 Margherita, la più amata dagli italiani Curiosità Luca Magrini Cupido 04/2011 Apre eventuale link con Articolo 761 già pubblicato
Testo Articolo

Il grande Indro Montanelli diceva di lei: “ Era una vera e seria professionista del trono e gli italiani… anche se non avessero avuto un gran re, avrebbero avuto una grande regina”.
Figlia di un Savoia - Genova e di una principessa di Sassonia, crebbe lontano dalla corte perché il padre morì che lei aveva solo quattro anni, fu educata all’arte e alla pittura, profondamente religiosa amava la vita all’aria aperta. Ma l’amore più grande era la sua terra, tanto che rifiutò di sposare il principe ereditario rumeno e a soli diciassette anni sposò Umberto di Savoia, cugino di I grado. Il matrimonio fu solo di facciata, perché il Re Umberto la tradì moltissimo, addirittura con una sua dama di compagnia. Margherita voleva il divorzio non tollerando questa situazione, ma convinta dal suocero Vittorio Emanuele II, restò al fianco del marito mantenendo un comportamento corretto e formale all’apparenza, ma nell’intimità il rapporto fu pressoché inesistente, infatti, la coppia regale ebbe un unico figlio Vittorio Emanuele III.

Molti furono i primati della nostra protagonista, fu la prima regina d’Italia, poiché la moglie di Vittorio Emanuele II, morì poco prima dell’unificazione d’Italia, Margherita accompagnava (sebbene ancora principessa) il suocero nelle cerimonie ufficiali.
Appassionata alpinista, scalò, prima donna, una delle più alte vette delle Alpi, il Monte Rosa e il suo nome fu dato al rifugio costruito in prossimità del monte “Rifugio Margherita”.
Prima anche per umanità e generosità fra tutte, fra le sue molteplici opere di beneficenza ricordiamo la costruzione della prima biblioteca per ciechi,
diede grande impulso anche alle scuole per i sordi.
Per prima introdusse la musica da camera in Italia, fondò il quintetto d’archi di Roma. Non tralasciò di circondarsi di letterati e intellettuali sia italiani sia stranieri tra i quali il poeta Carducci che le dedicò due composizioni ma che per lei ammorbidì la sua fervente fede repubblicana.
Bella, affascinante, elegante, famose sono le sue perle, dotata di grande comunicativa, riusciva ad accattivarsi l’affetto e la stima di tutto il popolo italiano facendo nascere e accrescere il sentimento nazionale, in una nazione appena nata ma cosi diversi per usi costumi tradizioni.

Dalle Alpi alla Sicilia, infatti, troviamo ovunque, attestati della sua popolarità, ad esempio abbiamo i Giardini Margherita a Bologna, il Parco botanico a Catanzaro è intestato a lei, la famosa pizza Margherita, il panforte Margherita e le margheritine, piccoli dolcetti di Stresa.
Il re e la regina, viaggiarono per tutta l’Italia con grande successo, grazie a Margherita che risplendeva per la sua giovinezza, eleganza, gentilezza e discrezione, svolgendo una grandissima funzione storica. Talmente fu l’influsso, che la Regina ebbe in quel periodo in Italia, che creò a una vera e propria corrente chiamata Margheritismo.


Oltre che ottima moglie e regina, fu anche un’ottima madre e suocera, giacché divenuta vedova, in seguito al regicidio di Umberto nel 1900, si adoperò in tutti i modi per aiutare il figlio Vittorio Emanuele III e la moglie Regina Elena, ma come tutte le cose perfette, ma umane, ci saranno delle piccole negatività nella sua vita. Aver ordinato la carica contro i manifestanti, aver appoggiato l’avvento del fascismo e l'aver simpatizzato per Mussolini. Morì nel 1926 ricevendo grandi manifestazioni di affetto e di dolore. È sepolta nella tomba reale al Pantheon.
 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 761-Riccardo Cocciante Margherita.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7