Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 01-05-2017 - 02:35:47
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Nuova pagina 1

La rubrica nasce dalla necessità di informare.
Offriamo ai nostri lettori uno spazio di comunicazione, una bussola per orientarsi all’interno del mondo dell’arte in tutte le sue espressioni dall’arte classica, alla tecnoarte. Visibilmente questa società “si sorveglia” come si dice di un regime alimentare, regolando in uno stupefacente carnevale l’eccessiva percezione di sensi, immagini, arti. Un totalitarismo dolce, suadente, che tutto pervade.
L’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica perde le sue caratteristiche di unicità per divenire ripetibile: tutto è spettacolo, esplosione di simboli e segni per sovrasignificare sul reale.
Al punto che si sono creati neologismo come Global-loc (globale-locale), shopentertainment, architainment (architettura che fa spettacolo) o japanimation. Davanti alla mistificazione consumistica della vita, l’artista risponde con il gioco-spettacolo dell’arte. Sarà un Cicerone d’eccezione, fedele all’obiettivo del cardinal Scipione di condividere con i propri ospiti i capolavori d’arte.
Intingendo il pennello della scrittura nell’intelletto, invitando il lettore alla fruizione ipermediale degli articoli che vi proporremo.

Luca Magrini Cupido
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
758 Prima mostra antologica di Milo Manara Le stanze del desiderio. ARTEFACTUM Luca Magrini Cupido 04/2011 Apre eventuale link con Articolo 758 già pubblicato
Testo Articolo

Chi - Milo Manara illustratore della sensualità.

Dove - Siena.

Quando - Dal 1 ottobre 2011 all’ 8 gennaio 2012.

Cosa - Le stanze del desiderio. Prima mostra antologica.

Perché - Per celebrare uno dei più grandi fumettisti del nostro tempo.



 

Cinque punti essenziali per annunciare che il primo ottobre a Siena nel complesso museale Santa Maria della Scala –ex ospedale- saranno esposte trecento opere scelte: tavole, pannelli, illustrazioni con l’aggiunta di video ed audio unitamente a tanti altri lavori vecchi e nuovi, come quelli ideati per la mostra che renderanno un’idea globale della lunghissima e splendida carriera di Milo Manara. E’ un percorso multisensoriale, non cronologico, ma esaustivo al massimo per comprendere l’arte di Manara, le tematiche a lui più care unitamente a quarant’anni di carriera fortunata e proficua che ha reso Manara famoso in tutto il mondo.
Siena non nuova a questo tipo di mostre: già nel 2005 aveva dedicato una mostra alla nona arte esponendo Hugo Pratt. E continuando così il rilancio del contemporaneo che sicuramente a detta dell’assessore alla cultura della famosa città del Palio sarà il punto di forza dell’amministrazione:
“Le stanze del desiderio" così, secondo me, valorizzano anche il fumetto italiano dando a esso il posto che merita, come moderno fenomeno culturale e artistico: la nona arte.

La mostra si sviluppa in più sale, ognuna delle quali è dedicata ad un momento fortunatissimo della carriera dell'artista.
Una stanza è dedicata all’antieroe Giuseppe Bergman, un’altra a Claudia e Miele, un’altra alle opere scaturite dall’incontro straordinario di Manara con Fellini. L’incontro avvenne grazie a Vincenzo Mollica, giornalista ed esperto di fumetti, Manara intrecciò una sincera amicizia con Fellini, prima fuori dall’ambito lavorativo, sfociata successivamente in una collaborazione artistica.
Una stanza è vietata ai minori, mentre l'altra sala è dedicata ai disegni non erotici.

E’ impossibile citare tutto il materiale prodotto da Manara. Basti pensare che ad un iniziale periodo di ricerca avvenuto dopo gli studi artistici (liceo) e di architettura a Venezia, dove dipinse e si dedicò ai disegni pubblicitari, passò nel 1969 al fumetto con la pubblicazione di Genius, simile a Diabolik e nel 1970 inizia la fortunata serie di Iolanda De Almaviva. Notevole la conoscenza e la collaborazione con Silverio Pisu, tanto che la sua notorietà valicò le Alpi e si fermò in Francia, collaborando al giornale “A suivre”. Con la conoscenza del venerato maestro Hugo Pratt, nel 1983 e con la nascita della rivista Corto Maltese, che inizia il suo grande successo.

Milo Manara ha collaborato con i più grandi personaggi, addirittura disegnando la Storia d’Italia a fumetti per Enzo Biagi.
Merita anche una citazione il suo lavoro d’illustratore di locandine cinematografiche, romanzi e racconti per Almodovar.
 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 758-MichaelBolton CanITouchYou There.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7