Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 01-05-2017 - 02:30:27
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Racconti La Redazione
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
757 Un passato che non può tornare Racconti Nimue 04/2011 Apre eventuale link con Articolo 757 già pubblicato
Testo Articolo

Questa è la mia storia; una storia fatta di grano, di corse in mezzo ai campi e del tempo, che per quanto passasse veloce, io riuscivo a schivare. La libertà di volare calpestando la terra, l’immaginare di non avere confini, il non pensare al futuro, mi rendeva felice. Il volto di mia nonna, che con grande forza impastava la farina su un grande tavolaccio. Lei diceva sempre che fare il pane è un pò come fare l’amore. Ci vogliono gli ingredienti giusti e solo quelli, ci vuole il tempo per lievitare e ci vuole una gran forza. Io adoravo impastare e seguivo con lo sguardo, il lavoro minuzioso di quella dolcissima donna, che con tanta pazienza riusciva a sfornare pagnotte, quelle, che nel corso degli anni a venire, non avrei più avuto modo di mangiare, o trovare in commercio.


Non potevo non amare quei gesti, quei visi, quelle piccole cose, perché essi erano la mia vita e non l’avrei cambiata per nessun’altra esistenza al mondo. Io sapevo vivere ed esser felice davanti ad un pezzo di pane intinto nel sugo di pomodoro, che mia madre e mia nonna preparavano specialmente di domenica, ma col tempo anche ciò che si porta nel cuore cambia, così come il mosto in vino e la farina in pane. Il mondo cambia insieme al tempo e alle persone e la vita si espande e si arricchisce di dolore e grandissimo fu quello della morte della mia cara nonnina. Eppure questa è la vita, così scorrono i giorni! Ci si accontentava di poco e quel poco, per me, allora era tanto. Volevo tenere il mondo in una mano, crescere ed essere forte.
Mi mancano quelle corse tra i fili di grano, quell’aria di puledra senza regole e stare dentro un abito stretto cucito da donne, che credevano di saper essere donne.

La vita che proseguiva serenamente, restava comunque un’esistenza di sacrifici, ma quei sacrifici, non facevano che unirci di più.
Io avevo capito che l’amore non è fra tanti, l’amore non è di tutti. No, non tutti amano, non tutti sognano, non tutti vivono. Io sogno ogni giorno, spero ogni giorno, lavoro ogni giorno. Io ogni giorno torno a correre con la mente tra quei fili d’oro, ci torno, perché non ho mai perso la strada, non ho mai perso la fantasia e la forza.
Io vivo ogni giorno, perché amo ogni giorno!




 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 757-Mia Martini Diamante.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7