Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 22-08-2017 - 18:33:35
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Presentazione delle città più belle d'Europa, con la descrizione di un percorso ideale, per far conoscere alcune delle loro piazze, palazzi e monumenti Antonio Timoni
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
733 ROMA - Parte X Profili di citta Antonio Timoni 01/2012 Apre eventuale link con Articolo 733 già pubblicato
Testo Articolo
Nuova pagina 1

Foto ArticoloContinuo Articolo
Nome: 733-Roma - rione_XII_ripa_logo.png - Ingrandisci
PROFILO DI CITTA’ ROMA ROMA – Parte decima Dal rione Celio, costeggiando il Colosseo e percorrendo viale Aventino, giungiamo nel rione Ripa nei pressi delle Terme di Caracalla ( già in precedenza descritte),
Nome: 733-sbalbina.jpg - Ingrandisci
dove sulla sinistra troviamo la chiesa di Santa Balbina risalente al IV secolo eretta in onore della figlia del martire Quirino, anch’essa martire, sui resti della casa del console Lucio Fabio Cilone e poi ristrutturata col passare dei secoli,
Nome: 733-interno chiesa di Santa Balbina.jpg - Ingrandisci
contiene uno dei più begli esempi di tombe cosmatesche di Roma, quella del cardinale Surdi.
Nome: 733-Roma_chiesa_san_saba.jpg - Ingrandisci
Risalendo l’altura che costituisce il Piccolo Aventino s’incontra la chiesa di S. Saba con un bel portale,
Nome: 733-chiesa di San Saba.jpg - Ingrandisci
legata alla figura di santa Silvia, madre di san Gregorio Magno che nel V sec. fondò il primitivo oratorio da cui sorse il tempio attuale, sorto nel VII secolo e ampiamente rimaneggiato nel Duecento e nel Quattrocento;
Nome: 733-chiesa_s-saba INTERNO.jpg - Ingrandisci
è uno dei pochi esempi romani di chiesa a quattro navate con all’interno, assai semplice e scarno, i resti di una splendida schola cantorum, una sedia episcopale e alcuni bellissimi affreschi.
Nome: 733-chiesa dei Santi Nereo e Achilleo.jpg - Ingrandisci
Da segnalare infine la chiesa dei Santi Nereo e Achilleo ,
Nome: 733-chiesa Santi_Nereo_e_Achilleo interno.jpg - Ingrandisci
dove una leggenda racconta che S. Pietro, fuggito dal carcere Mamertino, perse la fascia che gli avvolgeva un piede che è conservata nella chiesa stessa che contiene, inoltre, un bellissimo coro del XII secolo e numerosi affreschi.
Nome: 733-Circo-Massimo 1.jpg - Ingrandisci
Da viale Aventino girando invece a destra vediamo il Circo Massimo, il più famoso circo di Roma, dove si svolgevano le corse dei carri tra una folla immensa;
Nome: 733-circo_massimo antico.jpg - Ingrandisci
nato inizialmente come struttura in legno, cui in seguito si sostituirono via facendo sempre maggiori parti in muratura, ad iniziare dai “carceres”, le barriere da cui partivano i cavalli, esso era costituito da una lunga pista circondata da una “cavea” a più ordini di posti, interrotta, sul lato adiacente il Palatino, dal “pulvinar”, un edificio dotato di tribuna su cui trovavano posto le statue delle divinità che presiedevano gli spettacoli e da cui l’imperatore assisteva alle gare.
Nome: 733-circo-massimo.jpg - Ingrandisci
Il circo ebbe una lunga vita, dato che fu costruito probabilmente al tempo di Tarquinio Prisco e ampliato da Augusto, fino alla sua disgregazione nel 549, dopodiché il Circo Massimo perse per sempre quel ruolo che per secoli ne aveva fatto un polo di attrazione della vita pubblica.
Nome: 733-Roma_CircoMassimo concerti.jpg - Ingrandisci
Caduto nel dimenticatoio, oggi grazie al Comune di Roma, nelle sere estive, vi si allestiscono spettacoli musicali e proiezioni cinematografiche.
Nome: 733-BASILICA_DI_SAN_GIORGIO_AL_VELABRO_ROMA.jpg - Ingrandisci
Andando più avanti nel nostro itinerario incontriamo le chiese di San Giorgio in Velabro ( VI sec.), dove secondo la leggenda furono ritrovati Romolo e Remo, inizialmente dedicata ai Santi Giorgio e Sebastiano, protettori della cavalleria e delle armi e in cui nel XII sec., sotto il pontificato di San Callisto, furono aggiunti il portico e il campanile;
Nome: 733-chiesa di San Giovanni_Decollato.jpg - Ingrandisci
quella di San Giovanni Decollato, costruita nei primi anni del Cinquecento in onore di San Giovanni patrono dei fiorentini
Nome: 733-Santa Maria in Cosmedin esterno.jpg - Ingrandisci
e soprattutto la chiesa di Santa Maria in Cosmedin con lo slanciato Campanile romanico a sette ordini di finestre e il portico,
Nome: 733-bocca_della_verita_roma.jpg - Ingrandisci
sotto il quale è conservata la celebre “Bocca della Verità”, a forma di maschera, dove sempre secondo un’antica tradizione medievale, “morderebbe” chiunque, introdotta una mano nelle sue fauci, pronunziasse una bugia;
Nome: 733-pavimento cosmatesco chiesa S. M. Cosmedin.jpg - Ingrandisci
l’interno molto suggestivo, contiene uno dei più bei pavimenti cosmateschi presenti a Roma
Nome: 733-altare Santa Maria in Cosmedin.jpg - Ingrandisci
con un raffinato ciborio gotico,
Nome: 733-Rome_Santa Maria in Cosmedin_interno.jpg - Ingrandisci
mentre la sacrestia neoclassica custodisce un prezioso mosaico su fondo oro raffigurante l’Epifania. Il posto è frequentatissimo e davanti alla chiesa c’è sempre una lunga fila di persone.
Nome: 733-Tempio di Vesta o Ercole Olivario.jpg - Ingrandisci
Di fronte alla chiesa si trovano il Tempio di Vesta eretto nel II sec. a.C. intitolato ad Ercole Olivario, protettore dei mercanti di olio del Porto Tiberino e ricostruito nel I sec. d.C.,
Nome: 733-Roma-foro boario.jpg - Ingrandisci
finché nel medioevo divenne una chiesa cristiana col nome di Santa Maria del Sole e la Fontana dei Tritoni, opera settecentesca d’impronta berniniana.
Nome: 733-Roma - Isola Tiberina.jpg - Ingrandisci
Giunti nelle vicinanze del fiume Tevere, davanti a noi appare l’Isola Tiberina
Nome: 733-Roma - Ponte Fabricio.jpg - Ingrandisci
collegata da una parte da Ponte Fabricio eretto nel 62 a.C.
Nome: 733-roma-ponte-cestio.jpg - Ingrandisci
e dall’altra da Ponte Cestio, innalzato da Lucio Cestio nel 46 a.C. e completamente ricostruito sotto l’imperatore Graziano.
Nome: 733-Roma - Ponte Rotto.jpg - Ingrandisci
Di fronte ai due ponti si nota anche il Ponte Rotto, inizialmente costituito da una passerella di legno poggiante su piloni in pietra, fu distrutto nel 1230 da un’inondazione e ricostruito sotto Gregorio IX col nome di Ponte Santa Maria; lesionato e riparato più volte, intorno al 1600 venne di nuovo gravemente danneggiato e mai più sistemato.
Nome: 733-roma-trastevere.jpg - Ingrandisci
Nel prossimo appuntamento attraversato il fiume Tevere, incontreremo sicuramente uno dei rioni più conosciuti di Roma, Trastevere.
Nome: 733-TitoloRoma.jpg - Ingrandisci
Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7