Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 29-06-2017 - 14:25:43
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Perle d'Italia - Alla scoperta di piccoli ma incantevoli luoghi e città, da visitare. Nimue
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
727 Muggia Perle Italia Nimue 02/2011 Apre eventuale link con Articolo 727 già pubblicato
Testo Articolo
Nuova pagina 1

Comune in provincia di Trieste, il più a Sud del Friuli-Venezia Giulia, unico lembo d'Istria, insieme al Comune limitrofo di San Dorligo della Valle/Dolina, rimasto all'Italia dopo i Trattati di Parigi (1947) e il Trattato di Osimo (1975). Muggia sorse probabilmente come castelliere (villaggio fortificato).
Dopo la caduta dell'Impero romano, si avvicendarono le dominazioni del goto Teodorico, dei Longobardi, dei Bizantini e dei Franchi. Nel 931 fu donata dai re d'Italia Ugo e Lotario al Patriarcato di Aquileia. Nel 1354 subì un attacco da parte dei Genovesi e passò nel 1420 alla Repubblica di Venezia. In seguito gli abitanti si trasferirono sulla riva del mare, presso il "Borgo Lauro", dove tuttora si trova la cittadina moderna. Dopo la fine della Repubblica di Venezia (1797) e la parentesi napoleonica (1805-1814), passò sotto il dominio asburgico, attraverso il quale sviluppò una fiorente industria cantieristica navale. Dopo la chiusura del Cantiere S.Rocco, sopravvisse solo il piccolo Cantiere Matassi, che ha cessato un'attività piena nel 1990.

Muggia è tra le città decorate per la Guerra di liberazione, insignita della medaglia d'argento al valor militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana fino alla fine della seconda guerra mondiale.

Sul colle Muggia Vecchia è stato realizzato il Parco archeologico, che ospita una chiesa dedicata a Maria Assunta, unico edificio rimasto in piedi con le tracce archeologiche dell'abitato medioevale.

La chiesa di Santa Maria Assunta con la sua costruzione che risale probabilmente al X, è divisa in tre navate da archi poggianti su pilastri. Le navate laterali e il presbiterio, rialzato sulla navata centrale, presentano una recinzione dell'VIII-IX secolo. Nella chiesa si conservano inoltre affreschi del XIV e XV secolo e un leggio decorato da sculture.

Uno dei monumenti più significativi di Muggia è il Duomo, sito in Piazza Marconi e dedicato ai Santi Giovanni e Paolo. Il Duomo è in stile gotico, ma le sue origini risalgono al 1400, inoltre presenta un’elegante facciata con rosone e bassorilievo sopra il portale, che rappresenta la Trinità e i Santi protettori.



 

Il Castello di Muggia, si affaccia sul porto, è di proprietà dello scultore Villi Bossi e di sua moglie Gabriella e viene aperto al pubblico in particolari occasioni, specie per iniziative culturali e musicali. Il primo nucleo del Castello fu una torre fatta erigere dal Patriarca di Aquileia Marquardo di Muggia nel 1374, nella zona chiamata Borgolauro. Successivamente venne aggiunto un quadrilatero di mura e delle torri di guardia per ospitare una guarnigione di soldati, la cui costruzione si protrasse sino al 1399. I merli della torre sono piani, ovvero di tipo guelfo. Nel 1701 fu avviato un primo progetto di restauro, curato dal conte Giovanni Polcenigo, che però fu effettuato solo nel 1735, su spinta del governo della Serenissima, nella cui orbita Muggia gravitava. Nell'Ottocento, il Castello ricadde in uno stato di abbandono, nel quale rimase sostanzialmente sin quasi alla fine del Secondo Millennio, quando gli attuali proprietari lo riportarono all'originale splendore.

Di notevole interesse i resti del borgo medioevale.

Muggia è rinomato anche per il famoso e multicolore Carnevale muggesano.
Oggi la cittadina punta molto sul turismo e sul commercio, grazie all'apertura delle frontiere e alla ritrovata centralità nella nuova Europa.








 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 727-CANZONE PER TE MORGAN.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7