Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 22-07-2017 - 16:44:02
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Rubrica a cura della Redazione Nimue
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
706 Tra passato e presente Grandi Amori Nimue 01/2011 Apre eventuale link con Articolo 706 già pubblicato
Testo Articolo

Non è facile partire verso il ritorno dei ricordi.
Cercare di capire il motivo di tante cose, comprendere le scelte prese sin dai bagliori della nostra nascita. Rendersi conto dell'essere noi i veri fautori del dove siamo, del cosa facciamo e che tutto questo è alquanto, direi per tutto, volontario.
Per risalire sui miei passi, tornare dove fui, necessito di calma, tempo, solitudine. Bisognosa di comprendere i motivi che mi hanno portata dove sono.
Penso sia proprio questo l'immediato compito che mi spetta: diventare turista di me stessa; intraprendendo, con zaino in spalla, la cavalcata che dirige sulle terre mie lontane. Scrutarle nuovamente, cercandoci quel qualcosa di nuovo che mai vidi durante il primo transito e che, comunque, condizionai: posandoci le mie pietre, tagliando qualche ramo, annaffiando qualche fiore.

Questa volontaria necessità; meglio ancora se la definisco una necessaria volontà, vorrei incorporarla, per non dire che ne sono costretta, per cercare di stendere la parte contratta inglobata dentro il mio presente.
Credo che il passo di questa inversa avanzata lo compongo ogni giorno già da tempo, solo che l'equilibrio non sempre mi sorregge e l'occhio assieme all'udito mi scombussolano, soffocandomi il traguardo e ovattandomi il vedere segnali indirizzanti.
Di solito mi capita che il terreno su cui cerco il sentiero mi inganna. Successivamente m'indica l'indirizzo in modo netto. Quando vedo chiaro mi incammino; non avanzo comunque troppi passi, che già all'improvviso riemerge la nebbia e il tragitto fin lì chiaro si miscela, confondendosi una seconda volta, come le foglie, che cadute dai rami, lì per lì cancellano il contorno di un percorso. E il grigiore intriso di foschia, a quel punto, di per certo non mi aiuta e mi riscopro disorientata e persa.

Intuisco quasi sempre comunque, cha da qualche parte l'atmosfera opprimente non dimora, né si genera; ed è lì che voglio dirigermi. Ma è come se ci fossero degli ostacoli che ripresentandosi sin troppo spesso, mi inducono a gettare la spugna. Essendo carichi di potenza negativa frenano a volte il mio volere, la chiarezza, il mio desiderio di scorgere il bagliore, il bel tempo.
Non comprendo ancora del tutto, con nitida consapevolezza, se quel clima angusto è una mia creazione spontanea, o se nasce da un mio volere inconsapevole: in grado di generare pioggia, riprodurre vento, oltrepassando la mia apparente volontà di coscienza.
La sensazione che ho a volte, cioè che la paura voglia prendere il mio posto, proibendomi di scavare, è molto intensa. L'ansia, appena si sente scoperta scompare, per non farsi scrutare.


Teme, credo, ch'io trovi l'acqua, la sorgente, la falda acquifera della mia natura. Allora non mi tocca fare altro che attendere, non demordere. Sperare di rivedere chiaro il sentiero.
Riprendere il tragitto del cammino.




 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 706-Vivo Sospesa - Nathalie Giannitrapani.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7