Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 24-06-2017 - 03:59:21
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Sanità e dintorni, un viaggio su alcune patologie e su alcuni aspetti amministrativi del settore. Antonio Lucci
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
699 I calcoli renali Sanità e dintorni Luca Magrini Cupido 05/2010 Apre eventuale link con Articolo 699 già pubblicato
Testo Articolo

I calcoli renali sono concrezioni che si formano per precipitazione e unione dei sali contenuti nei liquidi organici. Quando i calcoli divengono di misura tale da ostacolare le funzioni organiche e comprimere i tessuti circostanti si parla di calcolosi. La calcolosi urinaria è un problema clinico frequente con un’incidenza fino al 6% nella popolazione generale. Il sesso maschile è più interessato di quello femminile e la maggioranza dei pazienti è sopra ai trenta anni. Esiste una predisposizione familiare ed ereditaria alla formazione di calcoli. I calcoli si formano con maggior facilità quando nelle urine sono presenti elevate concentrazioni di sostanze poco solubili (sali di calcio, acido urico o cistina), oppure quando il flusso urinario è rallentato, e quindi tali sostanze permangono più a lungo nelle vie urinarie precipitando più facilmente.

La calcolosi renale è la presenza nelle vie urinarie di calcoli che ostacolano la normale fuoriuscita delle urine. Il calcolo urinario può continuare ad accrescersi fino a occupare la cavità nella quale si trova, provocando dei danni ai reni, che possono perdere la loro funzionalità.
I calcoli possono danneggiare le pareti delle vie urinarie, con conseguente comparsa di sangue nell’urina, oppure provocare, con l’occlusione delle vie urinarie, una colica renale, questo dolore è spesso improvviso e si avverte nella parte bassa della schiena, s’irradia ai genitali e alla coscia.
La terapia è dietetica, con l’eliminazione di molti alimenti ricchi di calcio, purina e cistina. Bisogna assumere giornalmente elevate quantità di acqua oligominerale che favorisce l’allontanamento spontaneo di piccoli calcoli.

Esistono soluzioni farmacologiche, omeopatiche e non, a base di diuretici e disinfettanti delle vie urinarie. Il trattamento chirurgico può consistere nell’introduzione di un sottile catetere nell’uretere o nella vescica, dove si sia arrestato un piccolo calcolo, per frantumarlo o mobilizzarlo e rendere possibile l’espulsione spontanea. Esiste anche la tecnica della litotrissia, o frantumazione dei calcoli. È utilizzata un’apparecchiatura a onde d’urto che frantuma i calcoli vescicali e renali mediante un’onda d’urto generata da due elettrodi immersi in acqua e sottoposti a una tensione di 20000volt: l’acqua si trasforma a ogni scarica in una bolla di vapore a temperatura altissima che incontra il paziente immerso nella vasca, penetra nei tessuti molli senza provocare alcun danno, all’impatto con il calcolo l’onda d’urto si riflette e scarica la sua energia su di esso, disgregandolo.




 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 699-il giorno di dolore kche uno ha.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7