Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 20-09-2017 - 04:09:12
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Avvenimenti - a cura della Redazione Nimue e Melusina
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
694 Muore l'ultimo grande maestro del cinema italiano Avvenimenti Nimue 04/2010 Apre eventuale link con Articolo 694 già pubblicato
Testo Articolo

Grande lutto nel cinema italiano e non solo, muore il maestro Mario Monicelli all'età di 95 anni. Una morte indubbiamente dettata dallo sconforto di un male che spesso non perdona nessuno. Così, il regista decide di togliersi la vita lanciandosi dal quarto piano dell’ Ospedale San Giovanni di Roma, dove era ricoverato nel reparto di urologia. Il suo corpo è stato trovato dal personale sanitario dell'ospedale a terra, sul posto sono arrivati amici e familiari, oltre gli agenti del commissariato Celio, per ricostruire l'accaduto e la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini.
Nato a Viareggio, il suo quartiere "d'adozione" a Roma era il rione Monti. Esordisce nel cinema giovanissimo con il corto, firmato insieme ad Alberto Mondadori, "Cuore rivelatore". Padre della commedia all'italiana, con i colleghi come Dino Risi, Luigi Comencini e Steno, è stato regista di oltre 60 film e autore di più di 80 sceneggiature. Quella di Monicelli è stata una vita dedicata interamente al cinema, al ritmo di quasi un film all'anno. Una produzione ininterrotta da "I ragazzi della via Paal" (1934) fino a "Le rose del deserto" (2006) e la sua ultima opera, il corto della sua carriera "Vicino al Colosseo...c'è Monti", in programma fuori concorso alla 65esima Mostra del Cinema di Venezia.

Fra i suoi grandi successi, "Guardie e ladri" (due premi a Cannes nel '51), nel pieno del suo sodalizio con Totò, "I soliti ignoti" (nomination all'Oscar), "La Grande guerra" (1959) trionfatore a Venezia con il Leone d'oro, "L'armata Brancaleone" (1965). Inventa Monica Vitti attrice comica in "La ragazza con la pistola" (1968); nel 1975 collabora con Pietro Germi che gli affida la realizzazione di "Amici miei". Nel 1977 torna al drammatico, con "Un borghese piccolo piccolo". Seguono fra gli altri, "Speriamo che sia femmina" (1985) e "Parenti serpenti" (1993) una "panoramica" sulla società italiana contraddistinta dalla cattiveria di sempre. È del 2006 il tanto desiderato ritorno sul set del film "Le rose del deserto", rallentato da ritardi e difficoltà produttive. Proprio in questi giorni a New York è stato presentato in chiave retrospettiva uno dei film del neorealismo di Mario Monicelli, "Risate di Gioia", con Anna Magnani. Nella sua lunga carriera, Monicelli ha collaborato con tutti i più importanti attori italiani: Alberto Sordi, Totò, Aldo Fabrizi, Vittorio De Sica, Sophia Loren, Amedeo Nazzari, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Adolfo Celi, Walter Chiari, Elsa Martinelli, Anna Magnani, Nino Manfredi, Paolo Villaggio, Monica Vitti, Enrico Montesano, Gigi Proietti, Gastone Moschin, Giancarlo Giannini, Philippe Noiret, Giuliano Gemma, Stefania Sandrelli, Ornella Muti, Ivo Garrani e Gian Maria Volonté.



 

Gli amici più cari lo ricordano così:
Carlo Verdone: "Sono attonito". Veronesi: "Era speciale, nessuno si suicida a 95 anni. Michele Placido: "Rispettare la sua decisione".

Non ci sarà nessun funerale "ufficiale", per il maestro. Sarà portato al rione Monti, quartiere in cui viveva, per un ultimo saluto ai monticiani.
"La famiglia non ritiene necessario fare un funerale" ha spiegato il nipote Niccolò, sottolineando che tutto sarà fatto "nel rispetto della volontà di Mario Monicelli e di tutta la famiglia".
Il corpo verrà poi cremato "in forma privata alla presenza della sola famiglia".



 

E così, anche il sorriso amaro della commedia all'italiana ci lascia...

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 694-Amici miei - Carlo Rustichelli.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7