Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 22-08-2017 - 18:41:02
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Rubrica che illustra, attraverso piccole pillole, alcuni dei più illustri letterati italiani, biografie e correnti letterali di pensiero. Antonio Timoni
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
69 Verismo Pillole di letteratura Antonio Timoni 01/2005 Apre eventuale link con Articolo 69 già pubblicato
Testo Articolo
Al pari della Scapigliatura, anche il Verismo italiano trasse i suoi esempi dalla letteratura d’oltralpe e in special modo dai romanzi dei francesi Zola, Flaubert e dal realismo dei russi Gogol, Tolstoj, Dostoèvskij, senza tralasciare l’influenza del primo Romanticismo. Gli ideali di cui si era nutrita l’Italia risorgimentale perdono ogni valore, svaniscono le illusioni, lasciando il posto alla dura realtà, spietata per gli umili, ingannatrice per i ricchi, amara per tutti. L’artista non deve fare altro che prendere la vita come si presenta e trasferirla nelle sue opere, cercando però di far sentire il meno possibile la propria presenza, evitando ogni intervento diretto e riducendo al massimo le parti narrative, lasciando ampi spazi ai dialoghi e alla lingua parlata realmente dai personaggi. Accanto a questi motivi nelle pagine dei veristi si parla anche del sociale, e non è un caso che il Realismo coincida con l’avvicinarsi delle masse operaie e contadine alla vita politica. Questa forma di impegno sociale non ha però riflessi nell’opera del più grande rappresentante del Verismo, Giovanni Verga ( del quale parleremo ampiamente a parte ), il quale tracciò la strada che dovevano poi seguire Federico de Roberto, narratore verista ( Napoli 1861 – Catania 1927), che scrisse “ I viceré” (1894) sul declino di una nobile famiglia siciliana, Matilde Serao, Grazia Deledda, Luigi Pirandello e Italo Svevo di cui parleremo prossimamente. Agli albori del Novecento, la letteratura italiana già seguiva indirizzi culturali diversi senza limiti netti e precisi. Accanto all’opera di Matilde Serao, di Grazia Deledda e di Luigi Pirandello, che furono gli ultimi esponenti di quel filone del tardo Ottocento che viveva ai margini di un Verismo regionale, si pose quella originale, seppure isolata, di Italo Svevo e l’altra ricca di un’inquietante tematica, di fare del romanzo, del racconto e della commedia, lo specchio del nostro paese con le sue sofferenze e stati d’animo di una società in rapido rinnovamento. Siamo ormai verso la fine dell’Ottocento ed inizio Novecento e al Verismo si affiancherà un’altra corrente letteraria, il Decadentismo che avrà tra i suoi seguaci insigni scrittori.
Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7