Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 11-12-2017 - 01:10:54
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Sanità e dintorni, un viaggio su alcune patologie e su alcuni aspetti amministrativi del settore. Antonio Lucci
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
656 Muore Antonio Negro padre dell'omeopatia Sanità e dintorni Luca Magrini Cupido 02/2010 Apre eventuale link con Articolo 656 già pubblicato
Testo Articolo

Il 25 marzo 2010 è mancato a Roma nella sua storica dimora all’Aventino il professore Antonio Negro, padre dell’omeopatia italiana . Nato ad Alassio, nel 1908 il luminare aveva 102 anni, tanti. Tanti, ma tutti spesi bene, perché vissuti all’insegna di una onestà intellettuale cristallina e profondamente cristiana e soprattutto impiegati per il bene di coloro che come me hanno avuto il privilegio di essere curati da lui.
Ho avuto la fortuna di conoscerlo, ricordo vivido e indelebile: era già in età avanzata, i suoi capelli curatissimi erano bianchi e ondulati,i suoi occhi socchiusi riuscivano a vedere tutto di te il dentro e il fuori sia del corpo, che dell’anima, il suo fisico minuto emanava forza e soprattutto metteva soggezione, ma non ti faceva sentire a disagio, perché in silenzio ti comunicava che era lì per te, che s’interessava a te che in quel momento tu eri il più importante.

 

Ti visitava con cura e lentezza, ti osservava le pupille, ti toccava punti che solo lui sapeva... dopo si dirigeva con un’andatura solenne alla sua scrivania, sopra la quale troneggiava un ritratto di Hahnemann scopritore della medicina omeopatica e con un guizzo decideva la cura: essenziale, giusta, miracolosa per te. Un uomo, un medico che ha dato tanto ai suoi pazienti, ai suoi allievi, alla scienza e alla medicina, soprattutto quella italiana, a quella branca della medicina alternativa ancora, tanto vituperata. Ma per fortuna oggi tanto usata, circa undicimilioni di italiani, infatti, fanno uso dei famosi globulini bianchi, da non toccare con le mani e da far sciogliere in bocca lentamente per permettere all’organismo di poter accogliere e far fruttare il principio omeopatico che essi contengono, racchiuso nella formula latina similia similibus curent.
L’omeopatia è cosi sinteticamente definita dal prof negro “rimedio unico, simile, che sintetizza l’unitario processo fisico patologico del malato con il duplice scopo di risanare nella totalità, ricostruire i valori più adatti alla prevenzione del malato”.

Quando nel 1946 il giovane medico iniziò a dare le prime lezioni di omeopatia, trasformando la sua abitazione in aula, la medicina omeopatica, sebbene in uso all’estero, era pressoché ignota in Italia . solo alcuni medici la conoscevano a livello personale.
Il giovane medico Antonio Negro a quei tempi era assistente del discusso clinico Nicola Pende alla facoltà di medicina della Sapienza a Roma, da questo cattedratico aveva appreso i principi della “scuola costituzionalistica italiana” per cui è necessario analizzare i sintomi della malattia ma anche conoscere l’ereditarietà’, la morfologia, la funzione, l’intelletto e la psiche del malato per giungere a una giusta diagnosi e infine alla cura.


L‘interesse suscitato dalle sue lezioni fu tale che ben presto, si rese necessario dare una sede più consona a tali insegnamenti ed ecco che 1947 fu istituito il primo corso di medicina omeopatica a Roma cui fece seguito la nascita a piazza Navona dell’ambulatorio di medicina omeopatica diretto dal professor Negro dove erano accolti ascoltati e curati i pazienti e dove i medici specializzandi in omeopatia potevano esercitare praticamente.
Nel 1950 il prof Negro fonda il centro Ippocratico e nel 1953 apri l’accademia di medicina omeopatica, da allora è stato un crescendo, ha curato con lo stesso impegno e coscienza uomini illustri, Pertini, Paolo IV e uomini comuni, offrendo a tutti la sua scienza a volte anche gratuitamente .

 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 656-Yiruma_Do_You.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7