Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 24-10-2017 - 13:12:36
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
651 Mine vaganti Nimue 02/2010 Apre eventuale link con Articolo 651 già pubblicato
Testo Articolo

E' l'ultimo film del regista Ferzan Ozpetek. Rispetto agli altri lavori, Mine vaganti rinuncia ad alcune scelte più autoriali, puntando sulla leggerezza e cercando nella semplicità quella forza che ai precedenti era mancata, cercando nella forma di una commedia all'italiana più classica. Protagonista è Tommaso (Riccardo Scamarcio), che, dopo aver costruito una vita a Roma, lontano da casa e vicino al suo sogno di diventare scrittore, torna a Lecce, perché il padre, un importante imprenditore nel campo della pasta, ha deciso di dividere le quote aziendali tra i due figli.

Tommaso, in realtà, non è laureato in economia e commercio come pensano i genitori, ma in lettere e di politica aziendale ne capisce veramente poco. Inoltre quella relativa ai suoi studi non è l'unica bugia raccontata alla famiglia, perchè Tommaso è omosessuale ed ha intenzione di rivelare la verità nel peggiore dei modi, nel corso di un pranzo con il socio del padre, provocando la reazione dei genitori, facendosi cacciare e chiudendo definitivamente i rapporti con loro e l'azienda di famiglia.

I piani di Tommaso, però, non vanno come previsto: la confessione non solo non viene messa in pratica, ma anticipata dal fratello Antonio, che rivela lo stesso scandaloso segreto di Tommaso, che a sua volta resta bloccato a Lecce, in seguito ad un malore del padre, per evitare di dargli il colpo di grazia ed occuparsi degli affari insieme alla figlia del socio, Alba.


Ozpetek in questa pellicola, tratta il tema scottante dell'omosessualità, della sua accettazione in un luogo del sud come Lecce, la necessità di manifestare la propria vera natura e di trovare il coraggio ed il momento giusto per lasciare le situazioni che ci rendono infelici. La figura di Tommaso e l'interpretazione misurata che ne fa Scamarcio, è centrale per portare avanti i temi del film, fungendo da raccordo tra le storie dei vari personaggi, mentre la storia della nonna, interpretata da Ilaria Occhini, fa da cornice al film, riflettendo sul presente della famiglia Cantone.
In questa pellicola il regista traccia il ritratto di una famiglia meridionale di oggi, considerata come un nucleo di "mine vaganti", cercando di far cadere una serie di luoghi comuni molto radicati nella società italiana.



Cast:
Riccardo Scamarcio - Tommaso
Ennio Fantastichini - Vincenzo
Alessandro Preziosi - Antonio
Lunetta Savino - Stefania
Elena Sofia Ricci - Alba
Nicole Grimaudo - Luciana

 

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 651-nina_zilli_feat._giuliano_palma50mila.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7