Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 27-04-2017 - 03:17:57
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Editoriale - a cura della Redazione Nimue e Melusina
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
633 Il Sanremo delle polemiche Editoriale Nimue 01/2010 Apre eventuale link con Articolo 633 già pubblicato
Testo Articolo

Indubbiamente un festival indimenticabile, che segnerà la storia di un Paese corrotto, che continua a mietere forti polemiche, persino nella musica, ma del resto, si sa, quando si parla di Sanremo, da alcuni anni a questa parte, è sempre polemica. Preferirei non commentare i risultati, ma come si fa a rimanere indifferenti, quando l'ultima edizione della famosa kermesse canora, ha commesso il suo delitto, uccidendo la dignità sonora della melodia? E la colpa ovviamente è del popolo sovrano, come ha commentato Antonella Clerici; un televoto fatto da ragazzine e nonnine, che hanno permesso a Valerio Scanu e alla sua “Per Tutte Le Volte Che”, di avere la meglio, proprio lui, che un paio di sere prima, era stato eliminato dalla giuria demoscopica, segno che i talent show ("Amici" e compagnia bella) possono fare miracoli...

Risultato: una canzone “vecchia”, fatta di una melodia mielosa, accompagnata da un testo che non dice quasi nulla e cerca di colpire l'interesse del pubblico con virtuosismi vocali, carichi di finto pathos.
Per il secondo anno di fila, dunque, il premio va ad un 'artista uscito dalla scuderia di Maria De Filippi, dopo che la vittoria fra i giovani era andata, la sera precedente, a Tony Maiello, proveniente da X Factor... forse questa tendenza dovrebbe far riflettere...
Ma lo spettacolo più interessante, la grande rivolta, ce l'ha regalata l'orchestra di Sanremo, indignata, che in segno di assoluta protesta, ha lanciato gli spartiti in aria e ha gridato: "venduti!", specialmente quando il brano “Italia Amore Mio” del trio Pupo-Emanuele Filiberto-Luca Canonici, è giunto fra i primi tre classificati.

Per fortuna che l'unico a mantenere alto il nome della buona musica tricolore è stato Marco Mengoni, con la canzone “Credimi Ancora”. Ma di brani meritevoli ce n'erano tanti e per citarne solo alcuni: Irene Fornaciari feat Nomadi "Il mondo piange", Noemi "Per tutta la vita" e persino "Jammo jà" di Nino D'Angelo, dal sound mediterraneo, che è stata ingiustamente squalificata la seconda serata del festival.
Il premio Mia Martini della critica è stato assegnato a Malika Ayane e alla sua "Ricomincio da qui".

 

E per concludere, l’unica vera trionfatrice del Festival di Sanremo 2010 è stata Antonella Clerici, bravissima, che ha saputo egregiamente mettersi in gioco (e non era semplice), ma con un cachet di 500mila euro, tutto sommato, penso che ne valeva la pena. Resta il fatto, che "qualcosa" nelle votazioni non deve aver funzionato... ma questa è l'Italia...

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 633-IlMOndoPiangeIreneFornaciari-Nomadi[small].mp3 Il Mondo Piange [small] Una piccola parte della performance di Irene Fornaciari e i Nomadi per una splendida canzone fatta ascoltare a Sanremo 2010
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7