Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 22-10-2017 - 19:24:29
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Nuova pagina 1

La rubrica nasce dalla necessità di informare.
Attualità a cura di Melusina

Nimue
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
59 Stato di conflitto nel mondo giovanile Attualità Melusina 04/2005 Apre eventuale link con Articolo 59 già pubblicato
Testo Articolo

Spesso non ci si rende conto che la ribellione degli adolescenti, è principalmente l’espressione, della rivalità nei confronti dei propri genitori. Ora tocca a loro, sfidare il mondo, hanno una gran voglia di farsi largo! La ribellione nasce in varie forme: alcuni ragazzi arrivano al punto di “alzare le mani” contro il proprio genitore e quando si rendono conto del fatto accaduto, decidono di allontanarsi dalla famiglia. C’è chi invece, apparentemente cerca di andarci d’accordo, scaricando il senso di ribellione contro la scuola e le istituzioni. Le varie tendenze che esistono in quest’età, trascinano i giovani a posizioni estremistiche: intenso senso critico, lotta all’ipocrisia, insofferenza per i compromessi, vocazione al sacrificio. I giovani reagiscono in questo modo quando vengono in contatto con le ingiustizie della società. Si arriva così alla delinquenza giovanile; un termine che comprende tutti quei reati per i quali un giovane può essere condotto in tribunale.

Nell’adolescenza l’aggressività dei ragazzi è tale, che la maggior parte di loro, la sfoga alla fine, marinando la scuola o compiendo furti di poco conto, anche se molti giovani non vengono colti sul fatto. Tuttavia, frequenti azioni di questo tipo commesse da un adolescente, cresciuto in un ambiente sano e giustamente severo, denotano uno squilibrio nevrotico ben definito o una mancanza affettiva, quindi il ragazzo non si preoccupa del giudizio della famiglia e della società. Se i genitori hanno tendenze criminali sono fieri delle loro azioni, che si rispecchiano nei loro figli. Lo stesso se compiuto da un giovane cresciuto in un quartiere violento, che vuole dimostrare il suo coraggio sfidando gli altri e a volte anche le istituzioni.   I reati di forte contenuto aggressivo tipo rapine, o crudeltà, come la violenza carnale, stanno a dimostrare che molto spesso il ragazzo è cresciuto senza quel giusto affetto, oppure ha subito umiliazioni. Le ragazze sono generalmente meno aggressive dei maschi, ma possono dare ugualmente grandi dispiaceri ai genitori, per esempio disonorando. Se un adolescente si “caccia” in un guaio, la società attribuisce la colpa all’ influenza negativa, per ciò che riguarda la frequentazione di soggetti poco raccomandabili. Personalmente, non credo che un giovane, che vive in una famiglia di sani principi, possa finire facilmente in una situazione difficile, solo a causa del comportamento discutibile degli amici. Desidero puntualizzare che le più gravi forme di delinquenza si verificano in famiglie instabili, dove i rapporti fra genitori e figli sono tesi da tempo; dove esiste poco affetto e considerazione.

Ovviamente, la prevenzione consiste nel guidare questi ragazzi ad una società più giusta ed equilibrata, volta a risolvere i loro problemi. Molti giovani sono pronti a rovinarsi la vita, per assaporare forti sensazioni e a correre gravi rischi, vivendo freneticamente, fieri di esibire la loro spavalderia. Mi auguro che in futuro, le istituzioni possano intervenire con più logica, con mezzi più adeguati, per far fronte e capire il perché di tutto questo, con lo scopo di migliorare la vita giovanile.   A

cura di: Melusina

Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7