Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 29-05-2017 - 03:52:01
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Sanità e dintorni, un viaggio su alcune patologie e su alcuni aspetti amministrativi del settore. Antonio Lucci
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
588 Il caffè contro l'epatite C e la cirrosi epatica Sanità e dintorni Nimue 06/2009 Apre eventuale link con Articolo 588 già pubblicato
Testo Articolo

I ricercatori hanno trovato un buon motivo per prendersi un altro caffè espresso: diverse tazze di caffè al giorno potrebbero arrestare la progressione della malattia epatica.
Uno studio ha dimostrato che le persone affette da epatite C cronica, o un’altra malattia epatica avanzata, le quali hanno bevuto tre, o più tazze di caffè al giorno, hanno tagliato il loro rischio di progressione della malattia del 53% rispetto ai pazienti che non hanno bevuto il caffè. Lo studio è stato condotto da Neal Freedman del US National Cancer Institute (NCI). Allo studio hanno partecipato 766 pazienti iscritti alla terapia antivirale contro l’epatite C cronica o la cirrosi epatica, ognuno dei quali non aveva ottenuto benefici dal trattamento con farmaci antivirali. Ad essi è stato chiesto quante tazze di caffè bevevano ogni giorno. I pazienti sono stati osservati ogni tre mesi, durante i quasi quattro anni di studio e le biopsie epatiche sono state effettuate dopo 1,5 e 3,5 anni per stabilire la progressione della malattia epatica.

Abbiamo osservato un’associazione inversa, tra l’assunzione di caffè e la progressione della malattia del fegato; cioè i pazienti che hanno bevuto tre, o più tazze di caffè, hanno avuto meno probabilità di vedere la propria malattia peggiorare rispetto a chi non le beveva. I ricercatori hanno proposto diverse motivazioni per cui l’assunzione di caffè potrebbe proteggere contro le malattie del fegato, come ad esempio la capacità di ridurre il rischio di diabete di tipo due, associato con la malattia del fegato, o riducendo l’infiammazione, che si pensa possa provocare fibrosi e cirrosi epatica. Anche la caffeina, la sostanza chimica contenuta in una tazza di caffè, è stata analizzata, dopo essere stata rilevata in precedenti studi, come capace di inibire il cancro del fegato nei ratti. Ma bere tè nero, o verde, che contengono anche caffeina, ha avuto poco impatto sulla progressione della malattia epatica, anche se ci sono stati alcuni bevitori di tè nello studio che hanno notato qualche miglioramento.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, da tre a quattro milioni di persone al mondo contraggono l’epatite C ogni anno. Il 70% dei casi diventa cronico e può causare cirrosi, o cancro del fegato. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Hepatology.



 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 588-Natazzulellaecafe.mid
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7