Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 24-10-2017 - 13:18:33
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
La gastronomia - Presentazione di pietanze tipiche italiane, a cura di Cristian Gazillo. Cristian Gazillo
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
513 Menu di primavera Gastronomia Nimue 03/2009 Apre eventuale link con Articolo 513 già pubblicato
Testo Articolo

ANTIPASTO:
INVOLTINI DI PROSCIUTTO E FAGIOLINI
Ingredienti:

100 g di fagiolini
200 g di bietola in foglie medio-piccole
sale
olio extravergine di oliva
prezzemolo
1 cucchiaio di pangrattato
100 g di prosciutto cotto tipo Praga



PREPARAZIONE

Lavare e pulire i fagiolini.
Separare le coste della bietola e sciacquarle accuratamente. Scartare i gambi.
Se si dispone di una vaporiera cuocere entrambe le verdure per 20 minuti. Altrimenti lessarle separatamente per 15 minuti in acqua salata, a pentola scoperta per evitare che ingialliscano.
A termine cottura ritirare le verdure. Se si sono cotte a vapore unire un pizzico di sale. Se si sono lessate, scolarle accuratamente. In ogni caso condirle con un filo d’olio.
Lavare il prezzemolo, selezionarne le foglie e tritarle finemente con la mezzaluna su un tagliere.
In una ciotola mescolare un cucchiaio di pangrattato ad un cucchiaino di prezzemolo tritato ed amalgamare con la punta delle dita.
Disporre le fette di prosciutto cotto su un tagliere. Disporre su ognuna uno strato di foglie di bietola. Dividere i fagiolini in mazzetti (uno per ogni fetta di prosciutto), passarli nel pangrattato e disporli sopra la bietola.
Arrotolare ad involtino.
Ungere con un filo d’olio una teglia, disporvi gli involtini ed infornare a 200° C per 10 minuti.
Si possono anche preparare un giorno prima e lasciarli in frigorifero fino al momento di gratinarli.

PRIMO PIATTO:
PASTA ALLA CREMA DI ASPARAGI
Ingredienti:

300 g di asparagi
250 ml di brodo vegetale
1 cucchiaio d'olio extravergine di oliva
2 spicchi d'aglio
sale
pepe
2 cucchiai di panna fresca
160 g di pasta
sale

PREPARAZIONE

Lavare accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente, rimuovere la parte bianca del gambo, raschiarli con un coltello non troppo affilato facendo molta attenzione a non toccare le punte, fragili e delicate.
Tagliare i primi 2-3 cm di punta ed affettare il gambo a tondini di mezzo centimetro di spessore.
Scaldare il brodo.
Mettere in una padella l'olio, l'aglio e farlo ben dorare su fiamma vivace.
Togliere l'aglio, unire gli asparagi, un pizzico di sale, una grattugiata di pepe e far cuocere per qualche minuto a fiamma vivace.
Unire un mestolo di brodo vegetale, coprire e cuocere a fiamma media per 10 minuti circa. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo unire altro brodo vegetale.
Trascorso il tempo di cottura selezionare le punte e tenerle da parte.
Mettere i restanti asparagi nel mixer e tritarli finemente fino ad ottenere una crema. Metterla in una ciotola abbastanza grande da condirvi dentro la pasta ed unire la panna. Amalgamare.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e condirla con la crema di asparagi nella ciotola. Se si utilizza un formato di pasta corta, scolarla con una ramina a maglie fini direttamente dentro la zuppiera.
Mescolare accuratamente e servire decorando con le punte di asparagi tenute da parte ed una grattugiata di pepe.
Pasta di abbinamento:
Trofie, garganelli, gramigna, fusilli, celentani.
Questa pasta è ottima anche al forno. Disporla in una pirofila ben unta d'olio, cospargerla con Parmigiano grattugiato e gratinarla. In questo modo è possibile anche conservarla per un giorno in frigorifero, gratinandola solo poco prima di mangiarla.
Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola.

SECONDO PIATTO:
GAMBERETTI AI PISELLI
Ingredienti:

250 ml di brodo vegetale
1 cipolla bianca
2 cucchiai d'olio extravergine di oliva
400 g di piselli (peso sgranato)
sale
pepe
500 g di gamberi



PREPARAZIONE

Scaldare il brodo.
Spellare la cipolla e tritarla grossolanamente in una padella con metà olio.
Portare sul fuoco e far soffriggere la cipolla a fiamma bassa finché non si sarà ben dorata.
Alzare la fiamma, aggiungere i piselli e cuocere per qualche minuto a fiamma vivace.
Aggiungere del brodo vegetale tanto quanto ne servirà a coprire i piselli, un pizzico di sale, una grattugiata di pepe e lasciare cuocere a fuoco medio, con coperchio, per 15 minuti circa. Il tempo di cottura esatto dipenderà dalla grandezza dei piselli e dalla consistenza della loro buccia. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo, aggiungere altro brodo.
Nel frattempo pulire i gamberi sciacquandoli sotto acqua corrente. Spellarli e sfilare il budellino scuro posto sulla schiena. Metterli in un padellino con il restante olio e farli saltare a fiamma vivace per qualche minuto, fino a completa cottura.
Verso fine cottura dei piselli togliere il coperchio, alzare la fiamma ed unire i gamberetti.
Mescolare e cuocere a fiamma vivace per 2-3 minuti.
Regolare di sale, unire una grattugiata di pepe e servire.

CONTORNO:
CONTORNO PRIMAVERA
INGREDIENTI:

6 asparagi
1 carota
250 g di piselli freschi (peso lordo) oppure 80 g sgranati

200 g di fagiolini
1 cipollotto
250 ml di brodo vegetale
1 cucchiaio d'olio extravergine di oliva
sale
pepe

PREPARAZIONE
Lavare accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente e raschiarli con un coltello non troppo affilato facendo molta attenzione a non toccare le punte, fragili e delicate. Affettare la parte verde fino a dove il gambo è tenero.
Lavare la carota, raschiarne la superficie se rovinata, affettarla.
Sgranare i piselli e lavarli brevemente sotto acqua corrente.
Lavare i fagiolini, spuntarli, e tagliarli a pezzettini di un paio di centimetri.
Lavare il cipollotto, rimuovere le radichette ed affettare sottilmente la parte bianca.
Scaldare il brodo.
In una padella far rosolare il cipollotto nell’olio. Quando è ben dorato aggiungere le verdure e lasciar cuocere per un paio di minuti a fiamma vivace. Salare, pepare, aggiungere un mestolo di brodo e cuocere coperto per 15-20 minuti circa a fiamma media, girando di frequente e scoperchiando negli ultimi minuti. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungere altro brodo. Spegnere il fuoco, regolare di sale e pepe, lasciare riposare un paio di minuti e servire.

DOLCE:
CROSTATA DI FRAGOLE
INGREDIENTI

500 g di pasta frolla
3 tuorli di crema pasticcera
burro e farina per lo stampo
½ Kg di fragole
1 bustina di preparato per gelatina di copertura



PREPARAZIONE

Preparare la pasta frolla secondo la ricetta di base. Nel frattempo che riposa nel frigorifero preparare la crema pasticcera e metterla a raffreddare in una ciotola.
Imburrare una teglia per crostata e cospargerla con un leggero strato di farina, soffiando via le eccedenze.
Trascorso il tempo di riposo della pasta, accendere il forno a 200° C, quindi stenderla velocemente su un tagliere ben infarinato con il matterello dello spessore di mezzo centimetro circa. Se dovesse spezzarsi mentre la si stende, ricompattarla con la punta delle dita.
Raccogliere la pasta delicatamente con le mani o avvolgerla attorno al matterello per riporla nella teglia. Far scendere la pasta dentro il bordo in modo che sia uniformemente livellata.
Pungere la superficie con i denti di una forchetta, coprire con un foglio di carta da forno e riempire la teglia con legumi secchi, per evitare che si alzi durante la cottura.
Infornare per 30 minuti circa. Quando si ritirerà la pasta frolla dal forno, apparirà molto morbida in superficie. Deve essere così, poiché si indurirà durante il raffreddamento.
Attendere che la pasta si raffreddi, quindi capovolgerla su un piatto da portata.
Nel frattempo sciacquare le fragole sotto acqua fresca corrente e metterle in un colino.
Cospargere la base di pasta frolla con uno strato uniforme di crema, quindi cominciare la decorazione.
Affettare le fragole e disporle a cerchi concentrici dall’esterno verso l’interno, iniziando il primo strato appoggiando la punta sul bordo. Terminare al centro con una fragola intera, di media grandezza.
Decorata la torta, preparare la gelatina come da istruzioni riportate sulla confezione. Generalmente occorre stemperare il contenuto della bustina in acqua e zucchero e far cuocere qualche minuto.
Preparata la gelatina utilizzare un pennello da cucina a setole morbide per spennellare le fragole.
Riporre in frigorifero fino al momento di servire.



Il tutto accompagnato da un vino bianco fresco e leggermente frizzante tipo Vermentino di Sardegna.

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 513-tullio de piscopo stop bajon.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7