Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 01-05-2017 - 02:33:40
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Sanità e dintorni, un viaggio su alcune patologie e su alcuni aspetti amministrativi del settore. Antonio Lucci
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
497 Menorragia Sanità e dintorni Nimue 02/2009 Apre eventuale link con Articolo 497 già pubblicato
Testo Articolo

La menorragia è un eccessivo sanguinamento nel corso del ciclo mestruale. Mestruazioni molto abbondanti, tali da richiedere l'uso di 6-10 assorbenti al giorno e che si protraggono per sette, o più giorni non sono normali, ma rappresentano un problema estremamente diffuso. Sembra, infatti, che circa una donna su venti in età premenopausale ne soffra.
La menorragia è spesso una condizione imbarazzante e debilitante per la donna. Molte di queste, infatti, lamentano che le mestruazioni abbondanti hanno un impatto negativo sulla loro vita familiare, sull'attività lavorativa e sociale e sul tempo libero. Oltre a ridurre la qualità della vita, la menorragia può avere conseguenze sullo stato di salute della donna. Si stima che circa due terzi delle donne affette da menorragia soffrano di anemia da carenza di ferro per via delle eccessive e ripetute perdite di sangue mestruale. Quindi oltre al fastidio soggettivo di dover far fronte a questo inconveniente, le donne soffrono anche dei sintomi dell'anemia cronica, quali stanchezza, palpitazioni e mancanza di fiato.

La causa più frequente di menorragia è di natura disfunzionale e per le alterazioni dell'endometrio, squilibri ormonali, con prevalenza di produzione da parte dell'ovaio di estrogeni rispetto all'altro ormone, conosciuto come progesterone, il che è tanto più frequente quanto più ci si avvicina all'età della menopausa. Il più delle volte ciò è la conseguenza della perdita della capacità di ovulare, che spiega anche come mai con il passare degli anni la fertilità si riduca.
Risulta intuitivo che sia necessario escludere una causa organica dell'eccessivo sanguinamento, come la presenza di polipi, o di fibromi, che potrebbero essere responsabili della menorragia, o di condizioni patologiche extra genitali come malattie epatiche e renali, del sangue (difetti della coagulazione, leucemia), secondarie all'assunzione di farmaci (anticoagulanti, ormoni). Una volta esclusa una causa organica o una malattia sistemica potranno essere considerate diverse opzioni terapeutiche in relazione all'età della paziente e ai suoi desideri oltre che alla gravità della condizione clinica. Molto genericamente il trattamento della menorragia è di tipo farmacologico o chirurgico.

Tra le diverse soluzioni farmacologiche può essere considerato l'uso dei contraccettivi orali, di farmaci anti-infiammatori non steroidei (es. aspirina e derivati), di derivati del progesterone siano essi assunti per via orale o somministrati per via intrauterina mediante l'utilizzo di una spirale. In quest'ultimo caso è possibile come conseguenza dell'introduzione del dispositivo intrauterino di determinare una condizione di amenorrea (assenza del ciclo) che non tutte le donne accettano di buon grado. Infine non vanno dimenticati come possibili presidi farmacologici l'uso di farmaci antifibrinolitici (pro-coagulanti) o i GnRh agonisti che determinano una soppressione della produzione ormonale ovarica, inducendo una condizione di menopausa farmacologica. Per gli effetti collaterali, il trattamento può essere utilizzato solo per brevi periodi (3-6 mesi) ed il più delle volte in preparazione di un intervento chirurgico.

 Tra i possibili trattamenti chirurgici l'isterectomia rimane ancor oggi la soluzione più frequentemente adottata, tuttavia è possibile ricorrere a trattamenti chirurgici mini-invasivi, come l'asportazione della mucosa uterina, che viene il più delle volte eseguita per via isteroscopica ed in regime di day hospital, oppure mediante l'introduzione in cavità uterina di appositi cateteri a palloncino, che attraverso l'immissione di un liquido sterile riscaldato, sono in grado di distruggere il rivestimento interno mucoso dell'utero. Quest'ultimo trattamento può essere eseguito in regime ambulatoriale ed in genere garantisce in circa il 70-80% delle pazienti una significativa riduzione della quantità del flusso mestruale.




 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 497-Lunaspina.mp3
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7