Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 27-06-2017 - 14:07:09
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
I miti del cinema Nazionale ed Internazionale. Biografie e titoli dei film. Nimue
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
32 Stefania Sandrelli I miti del cinema Nimue 02/2005 Apre eventuale link con Articolo 32 già pubblicato
Testo Articolo
Nuova pagina 1

 

E' una delle maggiori star del cinema italiano, brava e bella come poche altre attrici nostrane. Nata a Viareggio il 5 giugno 1946, Stefania Sandrelli vince nel 1961 un concorso di bellezza e subito esordisce nel cinema; 15 anni appena, nel film Gioventù di notte di Mario Sequi. La freschezza della sua giovane età le permette di raggiungere subito un grande successo. Infatti, dopo il suo film d'esordio, Stefania viene immediatamente notata da Luciano Salce, che la vuole accanto a Ugo Tognazzi nel film Il federale, e soprattutto da Pietro Germi, che la sceglie nello stesso anno per interpretare Divorzio all'italiana. Questo film, con l'interpretazione di Angela al fianco di Marcello Mastroianni, è determinante per la Sandrelli e la porta ad affermarsi, durante gli anni Sessanta, grazie al suo talento e a quell'inconfondibile mix di provocante sensualità e ingenuità disarmante, che ancora oggi la caratterizza.

 

 

 

 

Stefania lavora con i più grandi registi italiani, da Bertolucci a Comencini, fino a Scola e Monicelli, ma è di nuovo Germi ad offrirle uno dei suoi ruoli migliori di questi anni, quello della farmacista in Alfredo, Alfredo, nel 1972, recitando al fianco di Dustin Hoffman.
I suoi successi si susseguono durante gli anni Settanta, con titoli come C'eravamo tanto amati, Delitto d'amore e Novecento, che sono solo alcuni dei tanti film a cui partecipa. All'inizio degli anni Ottanta la sua carriera subisce una svolta, grazie all'incontro con Tinto Brass, che la sceglie come protagonista del suo film La chiave e la rilancia, ormai sulla soglia della quarantina, come diva dal prorompente erotismo.

Nonostante il successo della pellicola, questa interpretazione la confina per qualche anno in una serie di parti tendenti ad evidenziare la sua bellezza piuttosto che le sue qualità recitative, come L'attenzione e Una donna allo specchio. Ma nel 1986, con Speriamo che sia femmina, Stefania torna ad interpretare parti di rilievo e prosegue su questa strada con La famiglia e con Mignon è partita, che le valgono entrambi il Nastro d'Argento. Lavora spesso anche con registi stranieri, come Bigas Luna, Claude Chabrol e Margarethe Von Trotta, portando il suo fascino mediterraneo anche fuori dai confini nazionali. Negli anni Novanta, dà il meglio di sé nel ruolo della madre in Con gli occhi chiusi di Francesca Archibugi e soprattutto in quello della nonna in Matrimoni di Cristina Comencini.

 

 

Nel 2000 vince il David di Donatello e il Nastro d'Argento per la sua partecipazione a L'ultimo bacio di Muccino. Ha preso parte anche ad alcune fiction televisive di grande successo, tra cui: “Come stanno bene insieme”, “Il bello delle donne” e la fortunata serie tv del “Maresciallo Rocca”. Madre dell'attrice Amanda Sandrelli, avuta in età molto giovane dalla sua tormentata relazione con Gino Paoli, il quale (si racconta) che per lei tentò il suicidio, oggi Stefania è moglie di Giovanni Soldati, con il quale si dedica nel tempo libero, alla produzione di vino nella sua fattoria sulle colline senesi.

 

a cura di  Nimue

Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7