Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 01-05-2017 - 02:28:48
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Perle d'Italia - Alla scoperta di piccoli ma incantevoli luoghi e città, da visitare. Nimue
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
254 Le cascate di monte Gelato Perle Italia Nimue 02/2007 Apre eventuale link con Articolo 254 già pubblicato
Testo Articolo
Nuova pagina 1 Nuova pagina 1

A circa 40 Km a nord di Roma, sui banchi tufacei creatisi con il consolidamento del materiale eruttato dagli apparati vulcanici dei Monti Sabatini, attivi fino a circa 60.000 anni fa e dei quali sono ancora evidenti i crateri occupati dai laghi di Bracciano e di Martignano, le acque del fiume Treja insieme all'azione degli eventi atmosferici, hanno modellato il paesaggio scavando una valle serpeggiante con aspre e verdeggianti forre tufacee.

Belle cascate alimentano un insieme di pozze di acqua profonda e cristallina, dove vivono i sempre più rari granchi e gamberi di fiume.
Non lontano da Mazzano Romano, il fiume Treja forma l’affascinante cascata di Monte Gelato, accanto alla quale si leva un’antica mola, recentemente restaurata, lì collocata per sfruttare la forza della corrente idrica.
Nei pressi, vicino al corso del fiume, si trova una fornace che tutt’oggi cuoce mattoni e tegole secondo l’antica tradizione, conservando la memoria di una passata attività produttiva, praticata nella zona almeno dal Cinquecento. La visita alla fornace è di grande interesse, poiché consente di seguire le diverse fasi di preparazione del mattone, restituendo le nozioni di una cultura materiale purtroppo in via d’abbandono.
L’ambiente prezioso e particolare di questo parco, comprendente anche ampie pianure destinate all’agricoltura e all’allevamento, è legato alla sua origine geologica vulcanica, che motiva le numerose pareti rocciose verticali e i dislivelli frequenti del suolo.


L’abbondanza dei corsi d’acqua, caratteristica della valle del Treja, consente lo sviluppo del fitto bosco umido, a tratti impenetrabile e la permanenza di una tipica fauna acquatica.
All’interno dell’area sono presenti interessanti testimonianze archeologiche e storiche. Nella valle risiedeva infatti un popolo poco conosciuto, i Falisci, legati per usi e accordi politici agli etruschi, ma di lingua latina.
Il loro territorio si estendeva nella zona che va da Mazzano Romano verso il basso viterbese: nel parco si trovano alcune necropoli falische, tombe, strade, cunicoli idraulici e mura di fortificazione. Vicino alla collina di Pizzopiede i Falisci avevano edificato la città di Narce, pressoché scomparsa.

 


Lo straordinario ambiente naturale che circonda il fiume Treja costituisce il Parco Suburbano Valle del Treja, dal nome del fiume che, con il suo corso ripido e sinuoso, scava nel terreno tufaceo profonde gole, creando cascate che costituiscono l'attrattiva più nota del Parco. L'area protetta si estende fra il territorio della provincia di Roma (cui appartiene Mazzano Romano) e quello della provincia di Viterbo (con il centro di Calcata).

 

Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 254-Alberi.mid
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7