Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 27-06-2017 - 09:00:05
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
Rubrica curata da Antonio Timoni che si occupa di far conoscere piccole curiosità dal mondo o dalla scienza Antonio Timoni
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
248 Bomarzo e il Parco dei Mostri - seconda parte Curiosità Antonio Timoni 05/2008 Apre eventuale link con Articolo 248 già pubblicato
Testo Articolo

 

LO SAPEVATE CHE ..........!
Come promesso eccomi qui pronto ad entrare nel Parco e a descrivervi questa visita fantastica che mi auguro vi invogli ad andare personalmente a Bomarzo e rendervi così conto con i vostri occhi.
Appena entrati, superate le due Sfingi già citate precedentemente, troviamo alla fine del sentiero un’enorme testa di mostro marino, è quella di Proteo, figlio di Nettuno, ma anche di Glauco un povero pescatore che bevve una pozione di erba magica. Un altro gruppo scultoreo molto imponente è quello raffigurante una balena con sopra una tartaruga, il cui guscio sorregge una donna alata; il loro significato doveva essere un segno del passaggio verso l’immortalità. Accanto c’è il Pegaso, il cavallo alato che sta per spiccare il volo verso il cielo; curiosità da notare è quella che sia la tartaruga che il Pegaso guardano nella stessa direzione. Il nostro arrivo ad una tomba ci fa riflettere, perché ci fa intuire di essere come a contatto con i morti; qui una ninfa mangia una melagrana, frutto proibito, e questo ci rimanda ai divieti del piacere carnale e della vita dissoluta in generale.
Uno dei temi che incontriamo spesso nel Parco, è quello della lotta tra il bene e il male e arrivati alle statue dei Giganti che lottano situate vicino ad un ruscello, troviamo Ercole che squarcia Caco a mani nude; Ercole è la forza umana insieme a quella divina che battono il ladro Caco, il male.
Molto bello è anche il Ninfeo, dove sono raccolte le tre Grazie, sorelle delle Muse con ai piedi due tritoni, due leoni e di fianco una fontana con due delfini; mostrano nell’insieme forza, purezza, rigenerazione e salvezza.


Su una conchiglia ci aspetta poi Venere, vestita come un’antica matrona romana e la grande statua del Nettuno che ha tra le mani un piccolo delfino e vicino invece un grande delfino. Ecco quindi uno dei gruppi, secondo me, più belli di tutto il Parco e cioè l’Elefante in battaglia con la torre sulla schiena nell’atto di schiacciare un guerrigliero romano e mentre trasporta il corpo senza vita di un legionario. Il Drago alato che combatte mentre viene assalito dai cani e da altre creature fantastiche e quindi l’Orco che dovrebbe mettere paura con la sua bocca spalancata, nel cui interno è ricavata addirittura una stanza con tavolo e panca. E che dire del Cerbero, il cane a tre teste guardiano dell’inferno, del Gigante che squarcia una donna, della monumentale statua a braccia aperte di Proserpina e della stranissima casa pendente, costruita per volere del duca su un grande masso inclinato e così via.
Nei pressi del giardino non va dimenticato il tempietto cinquecentesco, noto come Santa Maria della Valle, che la famiglia Bettini ha restaurato e dove si venera un’immagine della Madonna. Il Sacro Bosco o Parco dei Mostri è aperto tutto l’anno delle 9.00 al tramonto; l’ingresso è a pagamento ed il biglietto dovrebbe costare intorno agli 8 euro, con sconti ai bambini, ai gruppi e alle comitive scolastiche.


Adiacente al Parco ci sono un ristorante anche self-service, un bar, un piccolo negozio di souvenir, giochi per i bambini e un parcheggio.
Per raggiungere il Sacro Bosco di Bomarzo, per chi viene da Nord uscita casello A1 Attigliano in direzione Viterbo, da Sud superstrada Orte-Viterbo uscita Bomarzo; in treno la stazione più vicina è quella di Orte o di Attigliano. Dobbiamo anche sapere che Roma dista da Bomarzo circa Km 70, Firenze Km 200 e Perugia circa Km 110; l’aeroporto più vicino è il Leonardo da Vinci di Roma-Fiumicino.
Per ulteriori informazioni, prenotazioni o qualsiasi altro dubbio, si può telefonare direttamente al Parco, al numero telefonico 0761.924029.
Sperando di aver incuriosito chi ha letto questo articolo, in fondo questo è lo scopo della mia rubrica, vi aspetto al prossimo appuntamento.



ANTONIO TIMONI



 


Midi ArticoloFileNome FileCommento
clicca per aprire la foto 248-Citta vuotaFiorello.mid
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7