Logo
     

 

Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
Articoli del Mese
Foto Articoli
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Le Rubriche del Giornale
|A spasso intorno a...|
|Angolo della fede|
|Appunti di Viaggio|
|ARTEFACTUM|
|Articolo di fondo|
|Attualità|
|Avvenimenti|
|Ciclopassione|
|Curiosità|
|Editoriale|
|Eventi|
|Gastronomia|
|Grandi Amori|
|I Miti del Cinema|
|I Miti della Canzone|
|Imparare elettronica|
|Intervista|
|La posta del cuore|
|Librarsi|
|Lo scrigno dei romanzi perduti|
|Misteri|
|Oroscopo|
|Pensieri e parole|
|Perle Italia|
|Pillole di letteratura|
|Poesie|
|Profili di citta|
|Racconti|
|Recensioni cinematografiche|
|Recensioni teatrali|
|Sanità e dintorni|
|Trekking|
|Ve lo dico in rima|

Collaboratori

Data di lettura dati Server: 19-08-2017 - 03:43:09
Navigation Menù
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro 
I misteri che hanno sempre affascinato l'uomo. A cura di Il Templare Il Templare
IDTitolo ArticoloRubricaRedattore ArticoloLink
109 I Buchi Neri Misteri Il Templare 04/2002 Apre eventuale link con Articolo 109 già pubblicato
Testo Articolo
I Buchi Neri

La fantascienza, o la scienza attuale, non hanno svelato il mistero che ci poniamo da sempre; in altre parole che cosa c'è all’interno di un buco nero?

Quante possibilità ci sono di passare indenni all’interno del vortice cosmico, senza essere distrutti?

Oppure è veramente un passaggio tridimensionale verso altri mondi?

In astronomia, ne è stata ipotizzata l’esistenza da Oppenheimer e Snyder, basandosi sulla teoria generale della relatività di Einstein. Tutte le notti le stelle emettono una grande quantità d’energia, della quale la luce è solo una piccola parte. Le stelle con il passare di miliardi di anni sono sottoposte a varie fasi, d’espansione e di contrazione, proprio perché, per produrre energia consumano una parte della loro massa.

Un possibile stadio finale di una stella, avente circa la massa del sole, è di ridursi ad una palla di materia enormemente condensata e del diametro di soli pochi km. In queste condizioni di densità impensabili alla nostra scala, le forze di gravitazione prevalgono su tutto. Esse impediscono che la luce o qualsiasi altra forma di energia esca al di fuori; è per questo che si parla di “Buchi Neri”, proprio perché tutto accade ”secondo la teoria”, come se la stella fosse caduta dentro un buco, dal quale nessun segnale può uscire. Quando l’uomo si soffermò a contemplare il cielo, il suo mondo interiore di inquietudine, stupori e paure per una vita aspra e incerta si arricchì di una dimensione nuova, quella della riflessione, dell’esercizio, della ragione, nella consapevolezza di esistere al centro di qualcosa di arcano, ma enormemente bello, che chiamò universo.

L’idea che questo fosse stato concepito in funzione delle sue esigenze speculative, conforme alla sua razionalità e rispondente alle sue quotidiane necessità, appare evidente dalle prime rappresentazioni, che ci mostrano l’universo come un’armonia di sfere concentriche, in cui confinare le diverse manifestazioni del reale, dalle più basse alle più eccelse. Per secoli la reale o presunta disposizione degli astri è stata e lo è ancora, presagio di eventi e oggetto di credenze di grande impatto psicologico, anche se scientificamente infondate. Il telescopio spaziale ”Hubble” ha svolto un ruolo attivo anche nella ricerca dei “buchi neri”, ipotetici oggetti celesti caratterizzati da campi gravitazionali superintensi. Attualmente si può affermare che gli indizi a favore dell’esistenza di tali oggetti sono sempre più numerosi, ma che in generale si tratta di prove indirette e circostanziali. Nel settembre del 1977, ad esempio, l’Hubble raccolse alcune immagini di quello che poteva essere considerato il primo chiaro esempio di un “Buco nero esposto”, situato all’interno di una galassia a 300 milioni di anni luce dalla Terra.

Fino ad allora, i corpi sospettati di essere buchi neri, erano sempre apparsi avvolti da grandi nubi anulari di polveri, con un raggio di luce intensa proveniente dal centro della nube. Nel caso del nuovo presunto ”buco nero”, invece, un gran fascio di luce ultravioletta proveniente dal centro, investiva l’anello di polveri circostante, che appariva deformato. Forse siamo sulla pista giusta nello studio di questi elementi fantastici e forse non tarderemo a scoprire quel mistero che tanto ci affascina.

Sapremo solo allora con certezza, se viaggiando attraverso un ”buco nero” potremmo transitare in un universo parallelo, ed incontrare mondi con esseri intelligenti. Per il momento, ci accontentiamo di osservare la volta celeste, sapendo con certezza matematica che l’universo racchiude il più grande mistero della vita.

Il Templare
Midi ArticoloFileNome FileCommento
 
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina Torna Indietro
 
Powerd by Multimedia Web Service / Ver. 4.7